• Vertical Water – Condivisione e Divulgazione del Canyoning

Moschettone

Il moschettone è in definitiva una sezione di tondino ripiegata e lavorata in modo e maniera che possa assolvere al compito di connettere due punti distinti. Le sue applicazioni sono molteplici e sono tutte incentrate nell’assolkvere il compito di aumentare la sicurezza in montagna diminuendo il rischio di cadute accidentali.

Il moschettone è composta da due parti distinte: il corpo e la leva

  • il corpo ha la funzione di tenuta , di resistere alle trazioni
  • la leva assolve alla duplice funzione di trattenere all’interno del corpo la corda e fungere da fondo corsa per l’elasticità del corpo in caso di eccessiva trazione aumentando notevolmente la resistenza del moschettone stesso evitando che si deformi o addirittura ceda del tutto.

La leva del moschettone è tenuta serrata da una molla in acciaio che ne garantisce la chiusura automatica dopo ogni apertura e impedisce la fuoriuscita accidentale della corda.

La tenuta del moschettone varia moltissimo in base alla direzione del vettore forza a cui il moschettone è sottoposto, mi spiego meglio, è molto importante assicurarsi , prima di appendesi ad un moschettone, che esso sia posizionato nella maniera giusta poichè, se utilizzato in maniera scorretta ,  applicando forza sul lato corto del moschettone oppure lasciando aperta la leva la tenuta del connettore cala anche di due terzi  rispetto al valore nominale certificato che si ha utilizzandolo in maniera corretta.

Quando si acquista un moschettone verificare sempre che su di esso siano sempre presenti le specifiche di tenuta e il maschio CE che ne garantisce tutta la filiera di sicurezza e di conseguenza la corretta costruzione e la tenuta finale che è poi quello che più ci importa in definitiva!

Ora ma in commerci si trovano quasi solo moschettoni di nuova concezione key lock che è un sistema con il quale la connessione tra leva e corpo del moschettone avviene attraverso un incastro sagomato che impedisce l’eventuale impiglio della corda in fase di entrata e di uscita.

In precedenza veniva utilizzato un sistema diverso che consisteva nel avere una sorta di gancio sul l’estremità del moschettone che si incastrava su un incavo sulla leva tramite una barretta metallica. Sistema che causava impigli accidentali particolarmente fastidiosi durante passaggi equilibristici in parete. Qui sotto una immagine esplicativa.

Per aumentare la sicurezza e garantire una chiusura migliore in alcuni tipi di moschettoni vengono montati dei sistemi di chiusura di sicurezza come ghiere a vite, sistemi a doppia e tripla sicurezza con funzionamento a molla oppure agganci magnetici.

  • Ghiera a vite, la leva ha una parte filettata sulla quale scorre una ghiera, anello metallico, che va a sovrapporsi alla connessione tra corpo e leva del moschettone impedendone l’apertura.

  • Ghiera doppia sicurezza la ghiera per essere aperta in questo caso deve fare 2 movimenti uno rotatorio sul proprio asse e il secondo di apertura. In torrentismo sono ora mai in disuso.

  • Ghiera tripla sicurezza: trattasi di un sistema che implica 3 movimenti distinti per l’apertura del moschettone: uno verticale, uno rotatorio e l’ultimo che consiste nel aprire materialmente la leva. questo tipo di sistema è molto sicuro ed infatti è quello raccomandato dalle scuole per la connessione del discensore di calata all’accancio ventrale dell’imbrago.

  • Ghiera automatica: sono i classici moschettoni da ferrata con chiusura a ghiera che viene azionata da una molla, sono a tutti gli effetti considerabili dei moschettoni a doppia sicurezza. nella pratica torrentistica vengono poco utilizzati perchè ma molla di chiusura della ghiera, essendo in acciaio, tende a diventare meno affidabile a contatto con acqua e il calcare contenuta in essa .

  • Chiusura magnetica magnetica: questa nuova tipologia di chiusura è stata valutata ottima e sicura e per questo motivo che i moschettoni a chiusura magnetica sono contemplati dalle scuole per essere utilizzati sia sulle longe che come moschettone di connessione tra imbrago e discensore principale. L’apertura del connettore avviene tramite la pressione di due piccole leve magnetiche con chiusura a molla che una volta aperte liberano la leva consentendone l’apertura.

 

La manutenzione e la lubrificazione delle molle e delle ghiere è molto importante per l’efficienza del connettore e per mantenere alti gli standard di sicurezza, un moschettone che si chiude male o che fa fatica ad aprirsi è sicuramente un moschettone che va cambiato!

Tendenzialmente è possibile divide le tipologie di moschettoni in due macro categorie dalle quali poi si possono individuare le tipologie e modelli specifici: Moschettoni asimmetrici e moschettoni simmetrici.

La differenza essenziale sta proprio nella forma e di conseguenza nel modo in cui il moschettone scaricano la forza applicatagli.

Moschettone asimmetrici:

Sono dei moschettoni ,con forma asimmetrica, composti da una parte dritta che ha la funzione di tenuta e una parte ricurva, così fatta per far si che la forza applicata venga scaricata prevalentemente dal lato dritto, nel lato ricurvo viene posizionata la leva.

Questo tipo di moschettone viene molto usato nei rinvii in arrampicata sportiva, senza l’ausilio di nessun tipo di sistema di chiusura aggiuntivo, per connettere la corda a cui si è assicurati ai chiodi posti sulla parete di roccia.

In torrentismo si usano moschettoni senza ghiera solo per alcune manovre, in genere sono moschettoni a grande apertura.

Moschettone simmetrico:

Come esplica bene già il nome la differenza sostanziale con il tipo di moschettone appena descritto sta proprio nella forma geometrica. Questa variazione di forma consente di distribuire i carichi su una asse più centrale e di spartire i pesi in in maniera differente da quelli asimmetrici.

Vi sono diversi sotto tipi di moschettone simmetrico che sono stati studiati per adattarsi meglio nell’utilizzo di particolari manovre o per interagire in maniera più funzionale con determinati attrezzi. Qui sotto verranno descritte nello specifico alcuni tipi di moschettone.

MOSCHETTONE HMS                                                                    MOSCHETTONE PARALLELO

786                                                                            

MOSCHETTONE NAPIK

Commenti chiusi